Chiamaci (+39) 075 8065776

Basilica di S.Chiara

La chiesa di Santa Chiara di Assisi viene costruita in stile gotico italiano fra il 1257 ed il 1265, lungo l'asse viario che collega Porta Nuova a S.Francesco. La basilica di Santa Chiara di Assisi, realizzata con la tipica pietra rosa estratta dalle cave del Monte Subasio, contiene preziosi affreschi risalenti al periodo che va dal XII al XIV secolo.

Nella I cappella a destra lungo l'unica navata di Santa Chiara di Assisi, terminante in transetto e abside poligonale, si può ammirare il Crocifisso, che secondo la tradizione, avrebbe invitato S.Francesco nella chiesa di S.Damiano a "rifondare la Chiesa".

Questa cappella e la successiva sono i resti della preesistente chiesa di S.Giorgio e come tali rappresentano la zona più antica dell'edificio. Nella cripta si conservano i resti terreni di Santa Chiara di Assisi e alcune reliquie particolarmente ben conservate: un saio di San Francesco ed una veste realizzata dalla Santa fra le altre. Dalla Piazza antistante la Chiesa, caratterizzata dalla presenza degli archi rampanti sul fianco dell'edificio e dalla facciata con rosone centrale, si può godere di un vasto panorama, tanto che nelle giornate di cielo terso, si può abbracciare in un solo sguardo la valle umbra da Montefalco a Perugia.

Nata nel 1194 da una famiglia nobile del luogo, la bambina viene battezzata Chiara nella chiesa di San Rufino, poiché la madre, quando si era raccolta in preghiera pochi giorni prima del parto, aveva udito una voce annunciarle che avrebbe dato al mondo una "chiara luce" per illuminarlo. Durante gli anni dell'educazione, la ragazza seguì anche i crociati in Terra Santa, fu tuttavia la notte della domenica delle Palme, il 18 marzo 1212, l'esperienza che determinò una radicale svolta nel corso della sua vita; in quella notte infatti la fanciulla raggiunse di nascosto S.Francesco alla Porziuncola.

Come rituali iniziatici in segno di penitenza fu rivestita del saio francescano e le furono tagliati i capelli. Per oltre quaranta anni si ritirò alla vita monacale in San Damiano fuori le mura in estrema povertà e semplicità.

La sua "Regola" fu ufficialmente approvata nel 1252 da Papa Innocenzo IV, il quale giunto a S.Damiano per portarle la benedizione all'Ordine delle Clarisse dovette anche ufficiare i suoi riti funebri l'11 agosto 1253. Il rito fu tuttavia caratterizzato dal fatto che il Papa non volle che si cantasse la messa di requiem ma il rito festivo delle vergini.

Ultima modifica il Venerdì, 13 Marzo 2015 15:44
Letto 733 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

2 commenti

  • Link al commento Jayden Lunedì, 03 Luglio 2017 11:59 inviato da Jayden

    First off I would like to say terrific blog! I had a quick question in which
    I'd like to ask if you do not mind. I was curious to find out how you center yourself and clear your head prior to writing.
    I have had difficulty clearing my mind in getting
    my thoughts out there. I truly do enjoy writing but it just seems like the first 10 to 15 minutes are usually wasted simply just trying to
    figure out how to begin. Any recommendations
    or tips? Cheers!

  • Link al commento Shad Sabato, 27 Maggio 2017 14:13 inviato da Shad

    First of all I would like to say terrific blog! I had a quick question in which I'd
    like to ask if you do not mind. I was interested to know how you
    center yourself and clear your mind prior to writing.
    I've had difficulty clearing my thoughts in getting my ideas out there.
    I truly do take pleasure in writing however
    it just seems like the first 10 to 15 minutes tend to be lost just trying to figure out how to begin. Any suggestions or hints?
    Appreciate it!

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Facebook Like Box

Sito web sviluppato da: